A partire dal 2016 una nuova epoca si è aperta con l’approvazione della legge Cirinnà sulle unioni civili che comporta il riconoscimento giuridico dell’unione tra persone dello stesso sesso. Una rivoluzione sia dal punto di vista culturale che sociale.

I diritti che ha introdotto sono tanti e molte coppie gay italiane che solitamente vanno a sposarsi all’estero possono invece cogliere questa nuova opportunità e celebrare finalmente qui in Italia in maniera ufficiale la loro unione davanti a amici e famigliari.

E sicuramente ora molte coppie gay che hanno deciso di fare il grande passo si trovano a farsi la domanda che tante altre coppie si sono poste prima di loro : “E adesso che cosa facciamo?Come si organizza un matrimonio?

Per questo ho deciso di mettere a disposizione la mia esperienza dando qualche prezioso consiglio a chi non ha assolutamente idea di cosa fare e da dove iniziare per non essere impreparato e godersi appieno il proprio matrimonio.

BUROCRAZIA

Iniziamo da ciò che dovete sapere per quanto riguarda la noiosa, ma obbligatoria burocrazia:

• La coppia potrà rivolgersi al comune nel quale desidera celebrare le proprie nozze indipendentemente dalla residenza. Ogni comune ha un ufficio per le Unioni Civili che vi guiderà nell’iter.

• Non vanno effettuate le pubblicazioni che invece sono previste per il matrimonio

• Il luogo scelto deve essere un luogo designato alla celebrazioni dei riti civili, ciò non significa che deve essere per forza il Comune.

• La celebrazione del matrimonio deve avvenire in presenza dell’Ufficiale di stato civile (o un suo delegato) più due testimoni per essere considerata valida.

BUROCRAZIA

Iniziamo da ciò che dovete sapere per quanto riguarda la noiosa, ma obbligatoria burocrazia:

• La coppia potrà rivolgersi al comune nel quale desidera celebrare le proprie nozze indipendentemente dalla residenza. Ogni comune ha un ufficio per le Unioni Civili che vi guiderà nell’iter.

• Non vanno effettuate le pubblicazioni che invece sono previste per il matrimonio

• Il luogo scelto deve essere un luogo designato alla celebrazioni dei riti civili, ciò non significa che deve essere per forza il Comune.

• La celebrazione del matrimonio deve avvenire in presenza dell’Ufficiale di stato civile (o un suo delegato) più due testimoni per essere considerata valida.

LA SCELTA DELLA LOCATION

Come dicevamo sopra, il luogo scelto deve essere un luogo designato alla celebrazioni dei riti civili. Potete certamente decidere di sposarvi al comune se volete una location tradizionale , ma se siete alla ricerca di qualcosa di più’ particolare fortunatamente viviamo in una delle regioni più suggestive d’Italia. La Puglia infatti e’ ricca di location caratteristiche dove poter celebrare il matrimonio con rito civile. C’è’ solo l’imbarazzo della scelta tra magici litorali, castelli, ville e palazzi storici.

LA CERIMONIA

Per rendere la vostra cerimonia unica e speciale io consiglierei di creare un testo personalizzato che parli di voi, del vostro percorso come coppia, renderà il rito civile decisamente più emozionante.

Inoltre, sentitevi liberi di non rispettare proprio tutte le tradizioni, per esempio normalmente è lo sposo che attende all’altare la sua futura consorte. Quindi che cosa succede nel caso di due sposi o due spose? Potete percorrere la navata insieme per esempio o decidere di entrare l’uno dopo l’altro, dipende tutto da voi e da ciò che vi rende più a vostro agio. E’ il vostro giorno in fondo.

LA CERIMONIA

Per rendere la vostra cerimonia unica e speciale io consiglierei di creare un testo personalizzato che parli di voi, del vostro percorso come coppia, renderà il rito civile decisamente più emozionante.

Inoltre, sentitevi liberi di non rispettare proprio tutte le tradizioni, per esempio normalmente è lo sposo che attende all’altare la sua futura consorte. Quindi che cosa succede nel caso di due sposi o due spose? Potete percorrere la navata insieme per esempio o decidere di entrare l’uno dopo l’altro, dipende tutto da voi e da ciò che vi rende più a vostro agio. E’ il vostro giorno in fondo.

LA SCELTA DEGLI ABITI

Pianificate la scelta con anticipo, poi potete decidere se volete coordinare i vostri abiti o semplicemente scegliere quelli che più si adattano al vostro stile.

E se non volete che la vostra dolce metà abbia il vostro stesso tipo d’abito, ma non volete mostrarglielo prima del grande giorno portate con voi un amico o la vostra wedding planner durante la scelta, in questo modo eviterà che l’abito del vostro partner sia identico al vostro o al contrario che stoni in maniera stridente con la vostra scelta.

METTETECI DEL VOSTRO

Ricordatevi sempre che è il vostro giorno, quindi pensate a ciò che vi rende unici come coppia e cercate un modo per raccontare di voi, del vostro amore e rapporto ai vostri amici e vostri famigliari in questo giorno speciale.

METTETECI DEL VOSTRO

Ricordatevi sempre che è il vostro giorno, quindi pensate a ciò che vi rende unici come coppia e cercate un modo per raccontare di voi, del vostro amore e rapporto ai vostri amici e vostri famigliari in questo giorno speciale.

Vi sentite ancora un po’ confusi e avete bisogno della mia esperienza per aiutarvi nella realizzazione del vostro matrimonio? Contattatemi per un preventivo gratuito

Si ringrazia Dario Graziani per  il servizio fotografico.